Alpinismo Giovanile

I giovani del CAI al Pizzo Coca (1975 pag. 171)

Gennaio 2012: accompagnatori si nasce o si diventa?: questa è la prima delle innumerevoli escursioni alle quali ho partecipato dapprima come semplice aiutante sino alla nascita di un coordinamento e di una scuola di Apinismo Giovanile CAI di Bergamo nella quale opero come Accompagnatore Nazionale: molto probabilmente accompagnatori si nasce

Gli occhiali da sole (1981 pag. 187)

Sono passati sei anni da quando ho accompagnato la mia prima escursione, ormai è nata da qualche tempo la Commissione Alpinismo Giovanile del CAI Bergamo ed il testo seguente, scritto a due mani,   rappresenta una simpatica e scherzosa sintesi dell’attività svolta in quell’anno. Io e Massimo, condividiamo ancora gli stessi ideali, seppur con diverso impegno,    ormai da più di trent’anni.(sto scrivendo queste note nel 2011).


Raduno intersezionale al rifugio Calvi (1985 pag. 149)

Ho incontrato e conosciuto la montagna perché quasi ci sono nato, ma allora esisteva solo l'esuberante divertimento di un ragazzo a contatto con un mondo per molti versi magico e nuovo. Allora mi inoltravo per i boschi, avido di lunghe passeggiate; percorrevo per gioco ampie valli risalendone i torrenti, ignaro di cosa significasse aggrapparsi ad una parete verticale trascinati da una bruciante passione! …

Pace e guerra • Altipiani di Asiago (1985 pag. 99)

“Conoscere per rispettare” … ormai questa frase si ascolta spesso, è diventata di moda, ma per conoscere occorre anche sentire … ed ascoltare.

 

Cosa sarà ... curiosità, interesse, attitudine, inclinazione, passione,forse non lo saprò mai, fatto sta che la sveglia delle cinque, anche questa volta, si annuncia irrimediabilmente.


© Alessandro Galliani 2017